Cucina mondiale | Italia

PIZZA L’AMORE DI UNA VITA

Cosa c'è di meglio di una pizza appena sfornata? Con una crosta bella croccante e un condimento super delicato? In Italia, la pizza è un'arte antica, diventata una passione senza tempo in tutto il mondo - amata da milioni di persone.

La storia della pizza

Creata secoli fa come alimento popolare e apprezzato nei secoli da re e sovrani, la pizza è riuscita ad evolversi, conquistando l'intero mondo: è ora davvero difficile immaginare la vita senza la pizza! La sua popolarità continua ad aumentare in tutto il mondo. Ma quali sono le origini di questo gioiello della cucina italiana e quali sono i segreti alla base di una buona pizza?

NAPOLI - LA PATRIA DELLA PIZZA
Per scoprirlo, ci siamo recati a Napoli, la sua città natale. Qui incontriamo il talentuoso giovane pizzaiolo Valentino Libro, che si è aggiudicato il titolo di Campione del Mondo dei Pizzaioli al Campionato del Mondo della Pizza del 2014. È uno dei più apprezzati pizzaioli professionisti in Italia e, sebbene sia di Napoli, non proviene da una famiglia di pizzaioli. In realtà, non è il tipico pizzaiolo che ha ereditato una tradizione tramandata di generazione in generazione. Valentino ha preso in mano le redini del suo destino da giovane, quando, a soli 13 anni, ha fatto l'apprendistato in uno dei ristoranti più tradizionali di Napoli.
“Ho deciso di studiare per diventare un pizzaiolo ed è stato amore a prima vista. Nel giro di poche settimane, mi sono innamorato di questo mestiere e la mia passione è continuata ad aumentare nel corso del tempo. Fare la pizza è un'arte antica, la tradizione napoletana è sacra e viene tramandata religiosamente di generazione in generazione, qualcosa che mi ha sempre affascinato", ricorda Valentino con un sorriso, e continua:
"Cominciare qui a Napoli è stato essenziale per il mio sviluppo, perché la tradizione della pizza napoletana è molto forte - è un mix di tecnica e sensibilità, che può essere acquisito solo qui. Grazie agli anni che ho trascorso qui, sono riuscito a sviluppare un 'feeling' per il forno. Saper gestire il forno è la cosa più difficile in una pizzeria napoletana".

DALL'ITALIA CON AMORE
Ma torniamo un po' indietro per scoprire la storia di questo classico della gastronomia italiana. A quanto pare, la prima ricetta della pizza come la conosciamo oggi fu riportata in un articolo dato alla stampa a Napoli nel 1858. E la prima pizzeria italiana risale addirittura al 1738, con l'Antica Pizzeria di Port'Alba, istituita per sfamare i venditori ambulanti della città con la sua bancarella. La vera e propria pizzeria fu fondata nel 1830 e aveva tavoli e sedie per i clienti di passaggio e per quelli abituali, tra cui il re Ferdinando di Borbone e tanti altri. La transizione da Napoli al resto del mondo è stata incredibilmente rapida. Nel 1944, il New York Times pubblicò un articolo sulla pizza, in cui la giornalista Jane Holt raccontava la storia degli immigrati italiani negli Stati Uniti, che avevano appena introdotto questa prelibatezza. L'articolo descriveva il nuovo e delizioso piatto importato negli Stati Uniti da Luigino Milone, un immigrato italiano, proprietario di Luigino's Pizzeria Alla Napoletana. Oltre a offrire alla sua clientela la pizza verace nel suo locale, Luigino consentì agli americani di degustare il suo piatto nelle proprie case. In breve, introdusse la
pizza da asporto in America. Tre anni più tardi,sempre sul New York Times, un altro giornalista scrisse un secondo articolo sulla pizza, nel quale si leggeva: 'È un alimento informale, perfetto per le cene in terrazza e delizioso nei mesi più caldi. La pizza potrebbe essere un pasto veloce e popolare, come gli hamburger, se solo gli americani avessero il modo di conoscerla meglio'. Un'affermazione alquanto profetica, visto che ora l'America vanta il maggior numero di consumatori di pizza al mondo, dopo l'Italia, naturalmente.

I SEGRETI DI UNA BUONA PIZZA
Ma torniamo a Valentino. Per quasi due anni, ha gestito Ke vuò, una pizzeria alla periferia di Napoli, dove quasi 1.000 deliziose pizze sono sfornate ogni fine settimana. Lavorando in una fucina si diventa un fabbro, così dice il proverbio, e Valentino ne è la prova. Ma anche se vanta il titolo di Campione del Mondo dei Pizzaioli 2014, afferma modestamente, che ha ancora molto da imparare.
"Una vita intera non è sufficiente per imparare tutto quello che c'è da sapere sulla pizza", spiega.
Grazie ai suoi numerosi anni di esperienza, Valentino conosce tutti i segreti di una buona pizza, e anche quelli per cucinare un'ottima pizza fatta in casa. Pazienza e precisione sono due di questi segreti.
"Gli ingredienti della nostra pizza sono 1 litro di acqua, circa 50 g di sale, circa 1,8 kg di farina 00 e 1-3 g di lievito di birra fresco, a seconda della temperatura ambiente. Usiamo molto poco lievito, lasciando lievitare per almeno 15 ore per ottenere una pizza leggera, facile da digerire", afferma Valentino.
L'esperto di pizza non ha paura di condividere alcuni suggerimenti perché per lui è importante che la gente sappia apprezzare una buona pizza fatta in casa!
"Mi piace l'idea che tutti possano cucinare una buona pizza, imparando a impastare correttamente con le mani e osservando la pasta lievitare; quindi, se posso, cerco di condividere tutti i trucchi che ho appreso nel corso degli anni. In generale, le mie ricette non sono segrete e ritengo sia importante trasmettere questa passione, le antiche conoscenze e le tecniche ai giovani".

IL GLOBETROTTER DELLA PIZZA

Valentino LibroLa pizza tradizionale italiana è sempre stata cotta nei classici forni a legna, in pietra - l'intenso calore prodotto da questi forni consente di ottenere la fantastica croccantezza che caratterizza le pizze italiane. Per Valentino, la cottura con il forno a legna è stata una delle cose che ha dovuto apprendere nel corso degli anni - ci vuole tanta pazienza per imparare a controllarlo. Nel complesso, il mondo della pizza è pieno di tradizioni e nomi classici quali Margherita e Quattro Stagioni, e ogni pizzaiolo ha ovviamente una sua teoria sul migliore metodo di cottura! Valentino è abbastanza flessibile da questo punto di vista, ma conosce bene i suoi gusti.
"Le cose semplici sono spesso le migliori e quindi la mia pizza preferita è senza dubbio la Bufalina, con mozzarella di bufala e basilico. È deliziosa e leggera e finisco sempre per mangiarne due! È stato grazie a questa pizza che ho vinto il Campionato del Mondo e quindi è una pizza che ha un posto speciale nel mio cuore".
Durante le sue avventure, Valentino ha trascorso diversi anni all'estero per insegnare agli altri l'arte della pizza. Per esempio, ha vissuto a Istanbul, lavorando in una prestigiosa pizzeria per alcuni anni, con un input gastronomico completamente diverso. La permanenza all'estero ha instillato in lui curiosità e desiderio di sperimentare. Oggi è famoso per il suo moderno approccio ai condimenti.
"Io rispetto le tradizioni e le proteggo, ma mi piace anche provare cose nuove, lasciando spazio alla creatività. Il desiderio di migliorare me stesso e il piacere di provare nuove combinazioni di sapori per la prima volta sono sempre con me. La pizza è anche e soprattutto questo”.

La pizza di Valentino

Pizza DeliziosaUNA PIZZA DELIZIOSA
Crema di zucca e fette di provolone, con scaglie di parmigiano maturato per 24 o 36 mesi come condimento. "Questa combinazione produce una fantastica pizza con un sapore dolce-salato. Io uso spesso le scaglie di parmigiano sulla pizza appena sfornata - danno un eccezionale sapore sapido".

Pizza AmalfitanaPIZZA AMALFITANA
Sottili fette di limone biologico ricoperte con scaglie di provolone e poi un ingrediente aggiuntivo: "La inforno e quando la tiro fuori aggiungo qualche fetta di mortadella - vi verrà l'acquolina in bocca!".

Pizza con verdure grigliatePIZZA CON VERDURE GRIGLIATE
Un buon mix di verdure grigliate: zucchine, cipolle, peperoni, ecc... "Conferiscono alla pizza un colore e un sapore unici.
È difficile resistere una pizza di verdure ben fatta".


«In generale, le mie ricette non sono segrete
e ritengo sia importante trasmettere questa passione,
le antiche conoscenze e le tecniche ai giovani»

Valentino Libro, Pizzaiolo

Dealers

Cookies

Continuando la navigazione su questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie, si accetta l'uso dei cookie per consentire di tracciare il percorso per migliorare la progettazione dei nostri siti web, prodotti e servizi.
Per saperne di più